Nei giorni 21 e 24 Novembre, nell’ambito del Progetto Continuità, si sono svolti i primi  incontri tra gli alunni di 5 anni dei tre plessi di scuola dell’infanzia e gli alunni delle classi quinte delle scuole primarie dell’Istituto Comprensivo Via Tacito. Il 21 Novembre gli alunni della Coccinella sono stati accolti dagli alunni della Scuola Primaria Santa Maria Apparente mentre gli alunni dello Scoiattolo hanno incontrato gli alunni della scuola primaria San Marone. Il giorno 24 Novembre, invece, l’incontro è avvenuto tra gli alunni del plesso Cipì e gli alunni della scuola primaria San Marone. Due mattinate entusiasmanti e soprattutto tanto attese da tutti i nostri piccoli che non vedevano l’ora di andare alla “scuola dei grandi”. Per gli alunni della Coccinella e dello Scoiattolo l’emozione è iniziata fin da quando hanno visto arrivare l’autobus che li ha condotti nelle rispettive scuole di accoglienza, momento sempre molto entusiasmante per i nostri bambini!

Una volta entrati, hanno osservato con curiosità gli spazi interni: le scale, le grandi vetrate, le pareti dipinte e gli ampi corridoi attraversati da gruppi di ragazzini vocianti di ritorno dalla palestra o diretti verso qualche aula per svolgere le varie attività. Con lo stupore negli occhi si sono avvicinati alle classi quinte dove le insegnanti e gli alunni seduti ai loro banchi li stavano già aspettando; un timido “buongiorno” e via …. pronti per condividere questa nuova esperienza. Gli insegnanti si sono presentati ed hanno invitato gli alunni di quinta ad accogliere i nuovi arrivati! Ciascun piccolo, a turno, è stato chiamato a dire il proprio nome e pescare un bigliettino con su scritto il nome del tutor con il quale vivere il resto della giornata; insieme si sono diretti al banco per seguire le bellissime attività che li avrebbero coinvolti.

“E adesso che facciamo?” ha chiesto sottovoce un bambino; prontamente un grande ha risposto: “Vi raccontiamo una bella storia!” Così gli alunni di quinta hanno animato la lettura del libro “Che cos’è la scuola?” di Luca Tortolini mentre i piccoli osservavano incantati e ascoltavano in silenzio tutte le belle cose che si possono fare ed imparare in una scuola insieme ai propri amici. Al termine della lettura ciascuna coppia di alunni ha colorato insieme uno degli animali protagonisti della storia realizzando così una bellissima  cartolina da portare a casa come ricordo dell’esperienza vissuta. É stato bello per noi insegnanti riscoprire, ancora una volta, l’importanza di offrire ai nostri alunni queste opportunità di crescita e condivisione ed è stato altrettanto significativo osservarli in azione.  I grandi sempre pronti ad accogliere, prendersi cura e condividere con gioia i propri materiali mentre i più piccoli, nonostante l’imbarazzo o la timidezza iniziali, sempre desiderosi di farsi prendere per mano e farsi guidare nello svolgimento delle diverse attività. Le 11.30 sono arrivate in un lampo e purtroppo è giunta l’ora  di far ritorno nelle proprie scuole. Con l’aiuto dei tutor tutti si sono vestiti in un lampo e si sono scambiati saluti affettuosi con la certezza  di rivedersi presto per un nuovo entusiasmante appuntamento.